Il mercato italiano dei droni marini e subacquei raggiungerà i 189,1 milioni di euro nel 2030, triplicando il suo valore rispetto ai 63,4 milioni del 2022, con una netta prevalenza delle applicazioni civili (65% del totale) rispetto a quelle militari (35%).

Un trend che corrisponde all’incremento del mercato mondiale dei veicoli e dei robot acquatici, che passerà nello stesso periodo 2022-30 da 5,9 a 18,9 miliardi di euro.

Sono alcuni dei dati che emergono da “Above and belowe water drones market”, la prima ricerca sul mercato dei droni marini a livello internazionale. I risultati di questa ricerca saranno presentati in anteprima in occasione dell’unico evento professionale italiano dedicato alla robotica marina.

Nella ricerca, vengono indicate le cinque maggiori applicazioni attuali dei droni marini nel mondo: la principale riguarda la ricerca scientifica (30% delle utilizzazioni), seguita dall’ingegneria acquatica (24%), dalle esigenze militari e di security (19%), dalle missioni di ricerca e soccorso in mare (15%) e infine dalle attività commerciali e ricreative (12%).

Attualmente, il settore italiano della robotica marina vede più di 40 progetti e iniziative industriali e scientifiche, con investimenti in ricerca e sviluppo stimati in oltre 20 milioni di euro.

Fonte : Drone Blog News, 13 ottobre 2023

Richiedi un preventivo personalizzato

+39 351 352 7287

www.uavsolutions.it

Share This Story, Choose Your Platform!